imagealt

Cara Preside

"Cara Preside,

sono passati tre anni da quando, nei continui rinnovamenti che investono il mondo della scuola, i nostri percorsi si sono intrecciati.

Sono stati anni proficui e appassionanti, ma impegnativi e, a volte, faticosi.

Investiti da eventi mondiali e locali, quando il vortice degli avvenimenti non lasciava spazio a indecisioni o perplessità, non abbiamo chinato la testa.

Abbiamo reagito con forza, qualche volta ci siamo demoralizzati, ma abbiamo sempre portato a termine i nostri obblighi. Quelli che il “patto educativo” ci impone, ma soprattutto quelli che le nostre coscienze di educatori ci ordinano.

In quei giorni difficili siamo stati da Lei guidati, orientati e ci siamo sentiti fortunati.

Ci ha confortato la certezza della Sua presenza e quel solido punto di riferimento che ha saputo rappresentare per la nostra scuola.

Abbiamo vissuto un miracolo che si è realizzato ogni giorno,  abbiamo sincronizzato energie, intelligenze ed emozioni su un’idea condivisa: continuare, nonostante tutto, a migliorare l’offerta formativa e ad adoperarci perché i ragazzi potessero venire a scuola stando bene.

Lavorare insieme nel rapporto quotidiano è stato gratificante.

Se una scuola funziona è perché ciascuna sua componente ha fatto la sua parte, se poi qualcuno aggiunge qualcosa in più al semplice senso del dovere, come entusiasmo, disponibilità, comprensione, gentilezza, disponibilità all’ascolto e al dialogo concreto, allora quella scuola ha una marcia in più, perché ciascuno si sente parte del tutto.

Grazie Preside per averlo fatto!"